19 Luglio 2015 – Il Parco dei Monti Sibillini: dal Lago di Fiastra alle Lame Rosse. Una esperienza unica fra geologia e misticismo.

Domenica 19 Luglio

In collaborazione col Trekking Point di Arezzo

“Il Parco dei Monti Sibillini:

dal Lago di Fiastra alle Lame Rosse.

Una esperienza unica fra geologia e misticismo”

Acqua alla gola gole-del-fiastrone2  grotta-01_big phoca_thumb_l_IMG_5939 Sibillini - Lame rosse sibillini

Il sentiero sale dolcemente per poi ridiscendere verso il torrente Fiastrone che si è fatto strada per millenni, scavando un canyon di grande interesse naturalistico. Le sue gole, in cui le pareti rocciose arrivano quasi a toccarsi, sono uno spettacolo naturale che regala grande emozione.

Il Fiastrone, in origine Flusor, nasce nelle vicinanze del rifugio del Fargno, vicino Bolognola. La diga, che attualmente lo ostruisce, formando il Lago di Fiastra, è stata ultimata nel 1952.

Durante questo percorso si camminerà lungo il corso del torrente, lunghi tratti saranno completamente in acqua, per cui è INDISPENSABILE avere sandali e un asciugamano.

Lasciato alle spalle il torrente camminiamo nel bosco, fino alla grotta dei Frati, che sovrasta il torrente. Si tratta di una caverna che veniva usata come luogo di preghiera dai benedettini e dal 1200 abitata da dissidenti dell’ordine francescano, i Frati Clareni i quali si impegnarono a costruirvi una piccola Chiesa dedicata a S. Egidio e successivamente, nel 1234 conosciuta anche sotto il nome di Santa Maria Maddalena de Specu. Essendo presente una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana, si può presumere che essi costruirono per primo proprio questa vasca per avere a disposizione acqua a sufficienza per cementare insieme alla calce e all’argilla le pietre da utilizzare durante la costruzione.

Dalla Grotta si torna indietro qualche metro e si devia lungo un sentiero abbastanza ripido che sale sulla sinistra fino ad arrivare a Lame Rosse: acqua, vento neve hanno modellato queste montagnole di roccia rossa, creando incredibili pinnacoli, incantevoli torrioni, spettacolari guglie. Lame Rosse è un paesaggio che non si immagina di ammirare in un luogo del genere, come se qualcuno le avesse prese da un luogo remoto, incantato e inserite in un ambiente estraneo. Si prosegue il sentiero fino al parcheggio dove ci attende l’autobus.

 

 

ISCRIZIONI entro il 15 luglio presso il Trekking Point Arezzo

(Via Stoppani 4 Arezzo 0575-381408)

 

 

Info Tecnico/organizzative

Direzione dell’attività Escursionistica: Filippo Perazzini (Guida AIGAE TO667) e Beatrice Milani (Guida Esclusiva per le Aree Protette)

Svolgimento dell’uscita:

– Ritrovo ad AREZZO ore 6:00 presso il parcheggio dello Stadio. Consegna del materiale nordic e partenza

– Arrivo al Lago di Fiastra e inizio del cammino ore 9:30

– Rientro ad Arezzo ore 19:00 circa

Difficoltà: E (adatto ad un pubblico abituato al cammino su sentieri sconnessi).

Durante il percorso ci sarà da camminare per alcuni km dentro l’acqua fino alla caviglia.

Km: 12 circa 

Dislivello: 700 metri slm

Durata del percorso: 6 ore + le soste

Pranzo: al sacco!

Prezzo totale a persona: €25,00 (le tesserine non saranno valide)

Il prezzo rimarrà valido per un numero non inferiore alle 30-40 persone. Altrimenti dovrà essere ritrattato.

Materiale prestato: bastoni 

Vestiario:

 

– 3 paia di scarpe di cui

  un paio da lasciare sull’autobus in maniera tale da cambiarsele prima e dopo         l’escursione;

  un paio da portarsi dietro nello zaino per camminare nel torrente (scarpe da ginnastica o anche sandali);

  un paio di scarpe per fare l’escursione (tranne la parte di attraversamento del torrente).

 

– calzini e asciugamano da portare dentro lo zaino per asciugarsi dopo l’attraversamento del torrente.

 

– Cambio completo da lasciare in autobus

 

– Da tenere nello zaino kway, maglietta di ricambio e felpa

 

 

PER MAGGIORI INFO

Filippo Perazzini   G.A.E.  3347506829

Beppe Petrucci trekking point arezzo 328 1747773